Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy cliccando sul pulsante "maggiori informazioni". Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Browallia, fiore di zaffiro

 Il genere Browallia comprende sei specie di piante annue (o perenni ma trattate come annue) che vengono coltivate per il valore ornamentale dei fiori.

Browallia, fiore di zaffiro (Browallia speciosa)

La specie che descriviamo può svilupparsi fino a oltre un metro di altezza, ma quando coltivata in vaso o in fioriera, non supera i 60 cm; è molto ramificata, con fogliame abbondante.
Presenta foglie ovato-lanceolate, alterne, semplici, a margine intero, di colore verde intenso, con nervature profonde; i fiori, un po’ simili alle viole, hanno corolla del diametro di 5 cm, a 5 petali, di colore violetto più o meno scuro e più o meno tendente all’azzurro, a seconda delle cultivar, con fauce bianca; sbocciano da giugno a settembre.

Esposizione

Preferibilmente soleggiata..

Temperatura

La browallia esige clima mite, pertanto è da porre all’aperto solo quando la temperatura si aggira intorno ai 18 °C.

Cure colturali

Le annafiature devono essere regolari e moderate in modo da mantenere umido il substrato; badare soprattutto che il terreno non asciughi troppo durante la fioritura, nei mesi estivi, se i vasi sono posti su terrazzi o davanzali rivolti a sud. Fertilizzazione somministrare un fertilizzunte diluito per piante da fiore ogni due settimane.

Riproduzione: la semina si effettua in marzo, in terrine contenenti terriccio da semina, alla temperatura minima di 18 °C; quando le piantine sono tali da poter essere maneggiate si trapiantano ìn vasi o in fioriere da porre all’aperto, in maggio; si consiglia di mettere 5-7 piantine per vaso; è anche possibile la moltiplicazione per talea.

Substrato

Terreno: terriccio universale da vaso.

Parassiti/malattie

In genere non si riscontrano malattie proprie di questa pianta. Può essere infestata da parassiti presenti sulle piante vicine e può soffrire per temperature troppo basse o scarsità di acqua.

Buono a sapersi

Per ottenere un cesto bello compatto, cimare le piante che diventano troppo alte e sottili; per fare in modo che la pianta continui a fiorire, asportaree i fiori appassiti. Se coltivata in interno, seminare a settembre per avere la pianta fiorita nei mesi invernali.